L’EMA formula raccomandazioni sull’uso dell’associazione di anticorpi (bamlanivimab / etesevimab)

Il Comitato per i medicinali per uso umano (CHMP) dell’EMA ha completato la revisione sull’uso degli anticorpi monoclonali bamlanivimab ed etesevimab per il trattamento di pazienti affetti da COVID-19. La revisione è stata condotta allo scopo di fornire un parere scientifico armonizzato a livello dell’UE per orientare il processo decisionale nazionale sull’uso degli anticorpi prima…

Il Comitato per i medicinali per uso umano (CHMP) dell’EMA ha completato la revisione sull’uso degli anticorpi monoclonali bamlanivimab ed etesevimab per il trattamento di pazienti affetti da COVID-19.

La revisione è stata condotta allo scopo di fornire un parere scientifico armonizzato a livello dell’UE per orientare il processo decisionale nazionale sull’uso degli anticorpi prima dell’autorizzazione all’immissione in commercio.  

L’Agenzia ha concluso che bamlanivimab ed etesevimab possono essere utilizzati in associazione per il trattamento di COVID-19 confermata in pazienti che non necessitano di ossigenoterapia supplementare e che sono ad alto rischio di progredire verso la forma severa della malattia.

L’Agenzia ha altresì esaminato l’uso di bamlanivimab da solo e ha concluso che, nonostante le incertezze circa i benefici della monoterapia, può essere considerato un’opzione terapeutica.

Qui è possibile leggere la nota EMA.