Reazioni Avverse da integratori alimentari

logo N engl j med

 

Uno studio finanziato dal Dipartimento della Salute e i Servizi Umani degli Stati Uniti stima gli accessi al Pronto Soccorso e i ricoveri a livello nazionale, sulla base di un campione rappresentativo.

 

 

 

 

 

Gli integratori alimentari, come i prodotti alimentari a base di erbe o i micronutrienti complementari (vitamine e minerali), sono comunemente utilizzati negli Stati Uniti, tuttavia i dati nazionali sugli effetti avversi sono limitati.

Metodi

Gli autori hanno utilizzato i dati di un campione rappresentativo costituito da 63 reparti di Pronto Soccorso (per il periodo 2004-2013) per stimare gli accessi al Pronto Soccorso di tutti gli USA, dovuti a Reazioni Avverse (ADR) correlate all’uso di integratori alimentari.

Risultati

Sulla base di 3.667 casi, gli autori hanno stimato che ogni anno le ADR correlate all’uso di integratori alimentari causino 23.005 visite al pronto soccorso (Intervallo di Confidenza [IC] al 95%, 18.611-27.398) e 2.154 ricoveri (IC 95%, 1342-2967)su tutto il territorio nazionale statunitense.

Gli accessi al Pronto Soccorso riguardavano di frequente giovani adulti di età compresa tra i 20 e i 34 anni (28,0% delle visite; IC 95%, 25,1-30,8) e bambini privi di sorveglianza (21,2% delle visite; IC 95%, 18,4-24,0).

Dopo l’esclusione dei casi di ingestione di  integratori alimentari da parte di bambini sfuggiti al controllo, il 65,9% (IC 95%, 63,2-68,5) delle visite di pronto soccorso per singola reazione avversa  correlata ad integratori alimentari  riguardava integratori alimentari a base di erbe; il 31,8% (IC 95%, 29,2-34,3) micronutrienti.

Prodotti per la perdita di peso o energetici hanno causato il 71,8% (IC 95%, 67,6-76,1) dei casi di palpitazioni, dolore al petto o tachicardia, riguardanti il 58,0% (IC 95%, 52,2-63,7) delle persone coinvolte trai 20 e i 34 anni di età.

Tra gli adulti (≥65 anni), soffocamento o  disfagia pillola-indotta o globus hanno causato il 37,6% (IC 95%, 29,1-46,2) di tutte le visite al pronto soccorso per eventi avversi correlati ad integratori alimentari; i micronutrienti sono stati implicati nell’83,1% (IC 95%, 73,3-92,9) delle visite.

Conclusioni

Si stima che, negli Stati Uniti ogni anno, circa 23.000 accessi  al Pronto Soccorso  siano attribuibili a Reazioni Averse correlate ad integratori alimentari.

Le ADR erano costituite, in genere, da problemi cardiovascolari causati da prodotti per la perdita di peso o energetici trai giovani adulti e problemi di deglutizione, spesso dovuti a micronutrienti, tra gli anziani.

 

AI Geller, N Shehab, NJ Weidle, MC Lovegrove, BJ Wolpert, BB Timbo, RP Mozersky, DS Budnitz,

Emergency Department Visits for Adverse Events Related to Dietary Supplements

N Engl J Med 2015; 373:1531-1540October 15, 2015DOI: 10.1056/NEJMsa1504267

 

Link: http://www.nejm.org/doi/full/10.1056/NEJMsa1504267