Vaccinarsi: una scelta combattuta – Gli Obiettivi 2019 dell’OMS

Obiettivi OMS 2019Tra i 10 obiettivi della salute per l’anno 2019 identificati dall’Organizzazione Mondiale della Sanità emergono anche i vaccini e la cosiddetta Vaccine Hesitancy: la scelta di non vaccinarsi.

fonte: OMS

 

 

L’avversione nei confronti dei vaccini, la riluttanza o il rifiuto a vaccinarsi nonostante la disponibilità e la possibilità di accesso ai vaccini, rischiano di invertire il progresso compiuto fino ad oggi nell’ambito delle malattie infettive prevenibili. La vaccinazione è una delle modalità più opportune dal punto di vista del rapporto costo-efficacia per evitare il diffondersi di malattie – al giorno d’oggi previene 2-3 milioni di morti all’anno, con un ulteriore 1,5 milioni che potrebbe essere evitato qualora migliorasse la copertura vaccinale a livello globale.

Il morbillo, ad esempio, ha visto un aumento del 30% dei casi, globalmente. Le ragioni dietro a questo aumento sono complesse, e non tutte hanno a che fare con la riluttanza a vaccinarsi. In ogni caso, alcuni Paesi che si trovavano vicino alla totale eradicazione del morbillo oggi stanno vivendo una ripresa della malattia.

Le ragioni per cui le persone scelgono di non vaccinarsi sono varie e complesse; una team consultivo dell’OMS ha identificato tra le cause alla base di questo fenomeno:

  • la falsa sicurezza dettata dall’apparente “scarso rilievo” di talune malattie;
  • la non disponibilità di accesso ai vaccini;
  • la mancanza di fiducia in questi ultimi.

Gli operatori sanitari, specialmente coloro che agiscono all’interno delle comunità, rimangono i consulenti più affidabili nonché gli influencer principali delle decisioni riguardo alla vaccinazione, e pertanto vanno sostenuti perché possano fornire un’informazione fondata, affidabile e credibile riguardo ai vaccini.

Nel 2019, la OMS intensificherà gli sforzi per eradicare il cancro alla cervice a livello mondiale, attraverso, tra gli altri interventi, una miglior copertura del vaccino contro l’HPV.

Il 2019 potrebbe anche essere l’anno in cui la trasmissione del poliovirus in Afghanistan e Pakistan avrà termine. L’OMS e i suoi partner hanno preso impegni nei confronti di questi due Paesi per vaccinare l’intera popolazione infantile in modo da eradicare completamente questa malattia devastante.

Lo scorso anno sono riportati meno di 30 casi, il che rappresenta una riduzione del 99,9% rispetto alle stime del 1988, quando venne intrapresa la campagna di vaccinazione a livello globale. Si stima che senza questo sforzo più di 16 milioni di persone vivrebbero oggi in condizioni di paralisi; inoltre 1,5 milioni di morti infantili sono state prevenute grazie alla sistematica somministrazione di vitamina A nel corso delle attività di vaccinazione.

https://www.who.int/emergencies/ten-threats-to-global-health-in-2019

Leggi anche: